Pomodori al riso alla romana

pomodori al riso

Sono in corso un po’ di cambiamenti da queste parti e non è un caso se non sto pubblicando molto sul blog negli ultimi mesi.
A partire da settembre farò un po’ di rivoluzione nei contenuti che condividerò in questo blog ma anche sui miei canali social, anch’essi molto in silenzio negli ultimi tempi.
Le ricette scompariranno quasi del tutto, ma mi auguro che continuerete a seguirmi e a fare il tifo per me.

Saluto le ricette su questo blog e sui social condividendo un piatto che era una vita che volevo provare a fare, e ho colto l’occasione di prepararlo per l’edizione estiva di Cucina Conversations (che cos’è Cucina Conversations? Te ne ho parlato qui) sul tema delle verdure ripiene.
I pomodori al riso con le patate sono un piatto tradizionale delle cucina romana, diventati molto popolari negli ultimi anni sui social grazie soprattutto a note food writer inglesi e americane che vivono Roma e ne apprezzano la sua cucina. Se penso a questa ricetta mi viene in mente Rachel Roddy, perché è leggendo il suo articolo su The Guardian che ho iniziato ad amare questo piatto.
È una ricetta povera, basata su 3 ingredienti principali e poco più: pomodori, riso e patate. Come lei stessa dice, è una preparazione che richiede pazienza e cura del dettaglio: scegliete pomodori tondi (con altre varietà non verrà altrettanto bene) rossi e medio-grandi ma ancora belli sodi e seguite la ricetta passo passo rispettando i tempi di ogni passaggio. E sì, se avete letto la ricetta e ve lo state chiedendo, il riso del ripieno deve essere crudo perché così cuocerà in forno senza diventare poltiglia.
È vero, bisogna accendere il forno (che in estate può sembrare una punizione) e non è un piatto super rapido, ma si può preparare in anticipo e riscaldare nel forno per 10 minuti al momento di cenare.
Io non vedo l’ora di rifarli con i prossimi pomodori tondi che coglierò nell’orto. Voi li avete mai provati?

pomodori al riso

POMODORI AL RISO CON PATATE ALLA ROMANA

Ingredienti per 2 persone, per una teglia quadrata di 28 cm per lato:
4 pomodori tondi di medio-grande dimensione (io 5 perché uno era un po’ piccolo)
80 g riso Arborio
2 spicchi di aglio
50 ml di olio extra vergine
8 foglie di basilico
sale
pepe
400 g di patate, pelate e tagliate a spicchi grossi

1.Tagliare la calotta dei pomodori e tenerla da parte. Svuotare i pomodori con un cucchiaio e raccogliere il ripieno in una ciotola. Con le mani (o un passaverdura) schiacciare la polpa dei pomodori e se volete passatelo al setaccio per eliminare i semini. Aggiungere il riso crudo, l’aglio affettato sottilmente, il basilico spezzettato, 30 ml di olio, il sale e il pepe. Lasciar riposare coperto a temperatura ambiente per circa un’ora.

2.Nel frattempo salare l’interno dei pomodori e capovolgerli su un tagliere in modo che perdano l’acqua in eccesso. Trascorsa l’ora di riposo del ripieno, posizionare nella teglia i pomodori e riempirli di circa ¾ con il riso e il condimento. Coprire con le calotte di pomodoro e mettere tutto intorno le patate tagliate a spicchi. Cospargere con l’olio rimanente e salare.

3.Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 1 ora, accendendo il grill gli ultimi minuti per ottenere più crosticina. Prima di servirli fateli intiepidire e se li preparate con largo anticipo, potete scaldarli per circa 10 minuti nel forno a 160°.

Enjoy!

Le altre ricette di questo mese di Cucina Conversations:
– The Heirloom Chronicles: Timballo di riso e melanzane
– Marmellata di Cipolle: Zucchine Ripiene
– Pancakes and Biscotti: Pomodori Gratinati
– Turin Mamma: Melanzane Ripiene
– Flavia’s Flavors: Olive all’Ascolana

Summary
Recipe Name
Pomodori al riso
Published On
Average Rating
no rating Based on 0 Review(s)

This post is also available in: Inglese

Tags from the story
,
More from Daniela Barutta

Polpo scottato, Purea di patate al limone e pepe di Sichuan

Non sono una persona dalle grandi capacità fisico-sportive, né tantomeno mi ritengo particolarmente fortunata. Ma...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *