Polpette di carne con porri e limone

L’inizio di un nuovo anno è sempre carico di aspettative e di nuovi propositi. Ogni anno che passa tentiamo di migliorarci, fissando degli obiettivi che ci facciano crescere, che ci rendano in qualche modo migliori.

Quest’anno i miei buoni propositi li ho scritti nero su bianco e li ho appesi sulla piccola bacheca di sughero alla sinistra del mio computer, che essendo la mia postazione di lavoro è il luogo dove passo più tempo.
Sono circa una decina e sono principalmente legati alla quotidianità e a quelle cose semplici che con facilità perdo di vista: finisci di lavorare alle 18.30 (ma anche alle 19 andrebbe bene), almeno due volte a settimana vai a vedere il mare, leggi almeno due libri al mese, fai qualcosa che non faresti d’istinto, osa di più.

Anche in cucina ho fissato dei piccoli obiettivi: voglio diventare brava a fare i secondi, sperimentare con la pasta madre (che da poco è ritornata in questa casa), e definire sempre di più il mio stile di cucina.
Voglio un cibo sempre più legato a una semplicità non scontata, un cibo fatto di ingredienti ordinari e di stagione, un cibo intimamente legato alla mia italianità ma con uno sguardo verso tutto quel mondo che amo andare a scoprire. Voglio che qui ci siano le mie radici e la mia partenza, ma che si percepisca anche l’odore di ciò che ho vissuto in viaggio e la mia innata e mai sazia curiosità.

Parto con il lasciarvi una ricetta tratta da Jerusalem di Ottolenghi un libro che adoro, forse il mio preferito in assoluto. Queste polpettine sono semplicissime e deliziose: la generosa quantità di porro le rende umide e fondenti, il succo di limone le dona quell’equilibrata acidità che ripulisce il palato e te le rifarebbe mangiare a oltranza.
Le ho provate a fare anche riducendo la quantità di porri a circa 500 g (e riducendo quindi anche il pan grattato a circa 50-60 g) e il risultato è ottimo comunque.

Provatele ora che il porro è splendido e in stagione e sono certa che le rifarete di continuo.

polpette di carne con porri e limone

POLPETTE DI PORRI, CARNE E LIMONE

Come antipasto: per 4 persone
Come secondo: per 2 persone

6 porri medio-grandi, circa 800 g di porro ripulito dagli scarti
250 g carne di manzo macinata
2 uova
80-90 g di pangrattato
sale
pepe
olio evo
80 ml di succo di limone fresco
250 ml di brodo vegetale o di pollo

salsa di yogurt d’accompagnamento:
80 g di yogurt greco
sale
pepe nero
olio evo

1.Lavare bene il porro sotto acqua corrente, eliminare la base e solo un pezzo di cima verde, che potete tenere da parte per insaporire il brodo. Affettare sottilmente i porri e metterli a stufare con un paio di cucchiai d’olio in una padella larga. Dopo una decina di minuti aggiungere 3-4 cucchiai d’acqua, salare e pepare e proseguire la cottura per circa altri 20 minuti o fino a quando risultano ben cotti.

2.Eliminare l’eventuale acqua in eccesso dai porri e tritarli in un mixer o con una mezzaluna, senza ridurli in poltiglia. Farli intiepidire e poi aggiungerli al macinato, alle uova e al pangrattato. Aggiustate di sale e pepe e mischiate tutto bene con le mani o una forchetta.

3.Preparare tante polpettine del diametro di circa 3 cm; scaldate bene 3-4 cucchiai di olio evo in una padella larga antiaderente e cuocete le polpettine uno o due minuti per lato fino a farle dorare. Se non riuscite a cuocerle tutte in una padella, procedete in due turni.

4.Rimettere tutte le polpette in padella e aggiungere il succo di limone, il brodo caldo e mezzo cucchiaino di sale e un pizzico di pepe.

5.Lasciar cuocere per circa 30 minuti a fiamma medio bassa, girando di tanto in tanto le polpettine con delicatezza. Il sugo dopo questo tempo si sarà ritirato.

6.Servire subito (ma sono ottime anche fredde) insieme a dello yogurt greco condito con semplice sale, pepe e un goccio di olio evo.

Enjoy!

Summary
Recipe Name
Polpette di carne con porri e limone
Published On
Total Time
Average Rating
no rating Based on 0 Review(s)

This post is also available in: Inglese

Tags from the story
,
More from Daniela Barutta

Il mio food tour di Berlino

Quando programmo un viaggio, la prima cosa che faccio (ancor prima di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *