Il mio food tour di New York

ny-cheesecake

Prima di partire per un viaggio, è mia abitudine fare un’attenta ricerca di tutto quello che il luogo ha da offrire a livello gastronomico.

Per New York è stato difficile fare una selezione: la città è immensa e altrettanto lo è la sua offerta. Come è mia abitudine (come ho fatto per Napoli, Nizza e Singapore) mi sono concentrata su cibo sicuramente buono ma senza troppi fronzoli.
Andiamo al sodo, venite con me a New York, vi porto alla scoperta della Grande Mela attraverso dieci tappe imperdibili tra mercati, street food, burger e bakeries.


unionsquare-greenmarket

UNION SQUARE GREENMARKET

Se anche voi avete un debole per i mercati, non potete lasciarvi sfuggire il farmer’s market di Union Square.
I farmer’s market sono dei mercati dedicati esclusivamente a cibo e bevande, un po’ dissimili dai nostri mercati ortofrutticoli. Oltre ai banchi di frutta e verdura, troverete tante bakeries con pane, muffin e altri prodotti da forno in vendita, produttori di distillati, apple cider (succo di mela) e sciroppo d’acero. Ogni banco è curato nell’aspetto e verrete spesso invitati ad assaggiare i prodotti.
Gustatevi un bel bicchiere di hot apple cider, un delizioso succo di mela caldo e abbinatelo a un muffin per un’ottima merenda di metà mattinata.

Union Square Greenmarket, E 17th St & Union Square
Fermata della metro: 14 St-Union Square, linea L
Cosa vedere nei dintorni: a pochi passi da Union Square potete ammirare il Flatiron building.

smorgasburg-williamsburg

SMORGASBURG di Williamsburg 

Amanti dello street food, questo è il nostro paradiso.
Ogni sabato dalle 11 alle 18 (da aprile a ottobre), nel vivace quartiere di Williamsburg a Brooklyn ha luogo questo mercato dedicato allo street food.
La location è favolosa, presso l’East River State Park da cui si gode una vista suggestiva sul Williamsburg Bridge e Manhattan.
Molti dei cento banchi che preparano cibo sono in realtà anche veri ristoranti della zona, che in questo modo permettono di avere un assaggio della loro cucina.
Troverete di tutto, dalle ostriche ai burger, dalle patatine alla cucina vietnamita fino a donut e altri dolci.
Noi abbiamo provato le short ribs (costine di manzo), cotte a bassa temperatura per 15 ore e ripassate sulla griglia. La carne era succosa e morbida e la leggera affumicatura la rendeva irresistibile.

Questo food market è cresciuto talmente tanto che si tiene anche in altre location, che trovate sul sito.

Smorgasburg (da aprile a ottobre), East River State Park, Williamsburg
Fermata della metro: Bedford Ave, linea L
Cosa vedere nei dintorni: camminate per le tranquille vie di Williamsburg, tra murales da immortalare in uno scatto e negozietti di quartiere.

bagel-nyc

ABSOLUTE BAGEL

I bagel sono dei panini a forma di ciambella, caratterizzati da una doppia cottura: prima vengono bolliti e successivamente ripassati al forno.
I newyorkesi li mangiano a colazione ripieni di cream cheese, ma decine sono le farciture disponibili.
Absolute Bagel offre alcune dei migliori bagel della città: qui li troverete lisci, ricoperti di sesamo o semi vari, integrali o aromatizzati all’aglio. Non lasciatevi intimorire dalla fila che, come nel resto della città, scorre velocemente.

Absolute Bagel, 2788 Broadway
Fermata della metro: Cathedral Pkwy (110 St), linea 1.
Cosa vedere nei dintorni: siamo nella parte più a nord dell’Upper West Side. Qui vicino si trova il Riverside Park e non siamo lontano dalla Columbia University. Prendendo la metro con una sola fermata si raggiunge anche Harlem.

taim-falafel-nyc

TAÏM

Se anche voi iniziate a salivare al solo sentire pronunciare il nome falafel, non dovete perdervi questo posticino con due sedi in città.
I falafel sono delle polpette di ceci, prezzemolo, aglio e spezie tipiche della cucina mediorientale. Solitamente vengono abbinati a hummus, pita e tahina, una salsa a base di sesamo.
I falafel di Taïm sono perfetti: aromatici e morbidi all’interno con una bella crosticina croccante e dorata all’esterno. Molto buono anche l’hummus e la pita è soffice e saporita.

Taïm, 45 Spring St (Soho) oppure 222 Waverly Place (Greenwich village)
Fermata della metro: Spring St a Soho, oppure 14 St nel Greenwich Village.
Cosa vedere nei dintorni: a due passi dalla sede di Soho trovate Little Italy e Chinatown. Se andate nel Greenwich Village, andate sull’Highline o approfittatene per assaggiare un dolcetto da Magnolia Bakery.

dumont-burger-williamsburg

DUMONT

Sulla guida New York Low Cost, DuMont viene citato come il miglior burger di tutta New York. Noi l’avevamo a due passi dal nostro Airbnb e possiamo confermare che qui il burger è strepitoso.
Il panino è un morbido panbrioche tagliato a metà e tostato, servito con un generoso burger di 230 g. Il base costa 14$ e viene servito con pickles (i classici cetrioli sottaceto molto più buoni dei nostri), insalata e pomodoro e accompagnato da abbondanti patatine fritte o onion rings, giganti anelli di cipolla ripassati in pastella e fritti.
Il posto è molto piccolo e accogliente, noi abbiamo mangiato al bancone, un modo più informale per cenare molto diffuso in US.
Molto buone anche la selezione di birre a disposizione.

DuMont, 314 Bedford Ave
Fermata metro: Bedford Av, linea L.
Cosa vedere nei dintorni: anche qui siamo a Williamsburg, quindi vi rinnovo l’invito a scoprire questo delizioso neighbourhood camminando lungo Bedford Ave e le sue traverse.

best-ny-cheesecake

TWO LITTLE RED HENS

Tutti conosciamo il dolce simbolo della Grande Mela, e molti l’abbiamo assaggiato più volte in Italia o in giro per il mondo.
La NY cheesecake ha origini greche e la sua caratteristica è quella di essere un dolce a base di formaggio e uova cotto a bagnomaria in forno. Durante la mia settimana a New York ne ho assaggiate diverse affidandomi ai consigli di alcuni siti e blogger locali (come Serious Eats), ma il verdetto è stato molto semplice.
La NY cheesecake di Two Little Red Hens nell’Upper East Side ha vinto a mani basse: la base è spessa e croccante, lo strato di formaggio è alto, cremoso e leggero, in bocca è giustamente dolce, profumato e scioglievole. Una goduria.

La pasticceria è piccola e non effettua servizio ma dispone di qualche tavolino dove potersi sedere e degustare in tranquillità il proprio dolce. Noi abbiamo provato anche la Pecan Pie, anch’essa (chevvelodico) superlativa.

Two Little Red Hens, 1652 2nd Ave
Fermata della metro: 86 St, linea 4, 5, 6.
Cosa vedere nei dintorni: a qualche isolato di distanza trovate il Guggenheim e il Metropolitan Museum. Se alla cultura preferite la natura, alla spalle di entrambi i musei si estende Central Park. Insomma, avete l’imbarazzo della scelta!

red-velvet-magnolia-bakery

MAGNOLIA BAKERY

Come molti di voi, ho desiderato visitare questa bakery dalla prima volta che ho visto Miranda e Carrie mangiare un loro cupcake sedute di fronte al negozio.
Magnolia Bakery non ha bisogno di presentazioni e la sua fama è assolutamente meritata.
Non potete passare nel Village e non fermarvi ad assaggiare un loro cupcake. Io ho provato un classico Red Velvet, un soffice e fondente tortino rosso, ricoperto da dolce e spumoso frosting a base di meringa italiana.
Questa bakery è molto conosciuta anche per un altro dolce: il banana pudding. Si trova già confezionato in pratiche porzioni tenute al fresco, e consiste in una ricca crema alla vaniglia, banana e biscotti.

Magnolia Bakery, 401 Bleecker Street (ci sono altre due sedi in città)
Fermata della metro: 14 St/8 Av, linea L; oppure 14 St linea 1, 2, 3.
Cosa vedere nei dintorni: se anche voi avete visto più e più volte le puntate di Sex and the City, qui vicino (al 66 di Perry Street) si trova l’ingresso della casa di Carrie. Poco più lontano, all’angolo tra Bedford e Grove Street, invece c’è il palazzo che farà ricordare a tutti una delle serie tv più belle di sempre: Friends.

kaztz-delicatessen

KATZ’S DELICATESSEN

Ricordate tutti la scena più famosa del film Harry ti presento Sally? Questo è il locale dove fu girata, con tanto di cartello che indica il posto dove era seduta Meg Ryan.
A parte questo, Katz’s è una vera istituzione a New York se si parla di pastrami.
La preparazione di questo piatto di origine rumena è lunga e laboriosa: la carne di manzo viene prima messa in salamoia, poi affumicata lentamente infine cotta al vapore. Se siete curiosi di scoprire meglio il processo leggete questo articolo di Serious Eats.

Katz 205 E Houston Street
Fermata della metro: 2 Av, linea F, oppure Delancey, linee F, J, M, Z.
Cosa vedere nei dintorni: a pochi isolati potete visitare la Saint Patrick’s Cathedral e il quartiere di Little Italy.

cumin-lamb-noodles

XI’AN FAMOUS FOODS

Inizialmente trovato tra i suggerimenti della guida newyorkese della Lonely Planet, mi sono convinta quando ho trovato una foto di Anthony Bourdain intento a mangiare il piatto per cui è diventato famoso questo locale: il cumin lamb burger, un panino (tipo tigella di medie dimensioni) ripieno di piccante e succulenta carne di agnello speziata al cumino.
Ottimo, e altrettanto lo sono i noodles fatti in casa conditi con gli stessi ingredienti.
I prezzi sono onesti e in città ne troverete diverse sedi, io vi lascio i contatti di quella dell’East Village, dove siamo stati noi.

Xi’An Famous Foods, 81 St Marks Place
Fermata della metro: 1 Av, linea L oppure Astor Pl, linea 4, 5, 6.
Cosa vedere nei dintorni: l’East Village è un quartiere vivace e ricco di ristoranti e locali. Qui vicino si trova anche Mc Sorley’s Old Ale House (15th East 7th Street), il pub irlandese più antico della città che fu anche una delle location del film C’era una volta in America.

nathans-famous

NATHAN’S FAMOUS

Fondato nel 1916 a Coney Island, Nathan’s è sinonimo di hot dog.
Se come noi non avete occasione di andare a visitare la celebre spiaggia dei Guerrieri della Notte, a Manhattan potete trovare molti dei loro food truck (cercateli qui).
Non sarà cibo da gourmet, ma non si può visitare New York senza assaggiare almeno un hot dog.

Nathan’s famous, 1310 Surf Avenue, Coney Island
Fermata della metro: Coney Island, linee D, F, N, Q.
Cosa vedere nei dintorni: due passi sul lungomare o un giro al Luna Park, aperto durante la bella stagione (indicativamente da aprile), per rimanere ancor più stregati da questa immensa e incredibile città.

Summary
Article Name
Il mio food tour di New York
Author

This post is also available in: Inglese

Tags from the story
More from Daniela Barutta

L’eccellenza gastronomica in scena al Taste 2016

Dal 12 al 14 marzo ha avuto luogo alla Stazione Leopolda di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *