L’eccellenza gastronomica in scena al Taste 2016

Taste 2016

Dal 12 al 14 marzo ha avuto luogo alla Stazione Leopolda di Firenze l’undicesima edizione del Taste, l’evento organizzato dal Gastronauta Davide Paolini, dove le eccellenze gastronomiche (principalmente) italiane incontrano una folla di giornalisti, blogger, addetti ai lavori e numerosi appassionati.

Un evento imperdibile a cui partecipo entusiasta per il secondo anno consecutivo. Un’occasione per fare un tour in poche ore attraverso l’Italia enogastronomica d’eccellenza.

Ho selezionato qualche produttore, alcuni certamente molto noti altri più di nicchia, per mostrare una breve panoramica del ben-di-Dio presente al Taste.

PASTIFICIO BENEDETTO CAVALIERI

Paccheri Benedetto Cavalieri

Dal Salento producono una pasta di eccellenza fin dal 1918 partendo da materie prime del territorio. Il loro spaghettone viene scelto da chef stellati, come Massimiliano Alajmo (3 stelle Michelin) ed è protagonista del celebre piatto “Spaghetti cipollotto e peperoncino”  de “Il luogo di Aimo e Nadia” di Milano. Non da meno gli altri formati, dalle “ruote pazze”, ai paccheri, alle eccellenti paste integrali.

ACQUA PAZZA GOURMET

Acquapazza Gourmet

Lo scorso aprile durante il mio food tour sono stata alla scoperta della colatura di alici di Cetara. Non potevo non fermarmi a conoscere la realtà di Acqua Pazza Gourmet, che fino allo scorso anno faceva produrre la propria colatura dall’azienda da me visitata.
La loro produzione ora si trova a Battipaglia, ed il loro metodo è tutto incentrato ad ottenere una colatura di eccellenza: solo acciughe pescate nel Golfo di Salerno con le cianciole e 20 mesi di maturazione in botte.
Un prodotto della tradizione che si rinnova nel formato grazie alla versione spray, studiata appositamente per le pizzerie e una novità in arrivo al prossimo Milano Golosa.

OPERA WAITING 100% NATURE

Opera Waiting

Toscani, giovani e appassionati producono grandi lievitati con pasta madre e biscotteria di eccellenza, partendo da materie prime di alta qualità e preferibilmente del territorio. Qualche esempio: il PanOpera, il mio preferito, con Zafferano DOP di San Gimignano, Camomilla e Whisky, o il panettone di Grani Antichi, prodotto da una miscela di diverse varietà di grano riscoperte e coltivate sul territorio toscano (per saperne di più, vi rimando al mio post sui grani antichi). Davvero tanti complimenti a Gabriele, che già chef ha deciso di dedicarsi completamente alla produzione di dolci sì della tradizione, ma attento all’innovazione e alla ricerca degli ingredienti migliori.

TUTTE LE SPEZIE DEL MONDO

Tutte le spezie del mondo

Francesca con passione e grande competenza ricerca e seleziona le migliori materie prime per ottenere spezie freschissime e dalla qualità inconfondibile. Come il nome stesso suggerisce, l’assortimento può soddisfare lo chef più estroso ed esigente, con oltre 300 articoli tra spezie, pepi e peperoncini. Le tre spezie più richieste al momento sono curry verde, paprika affumicata e sumac, una spezia del Medio Oriente dai sentori aspri e aromatici.

MASSERIA MIROGALLO

Masseria Mirogallo

Varietà locali antiche della Basilicata, lavorazione manuale e conservazione naturale. Questo è il segreto dell’alta qualità delle loro conserve. Da citare certamente i Peperoni Cruschi di Senise, un’incredibile peperone lucano che viene prima essiccato e poi fritto, o le Melanzane Rosse, un’antica varietà recuperata dal territorio del Pollino (al confine con la Calabria) dal sentore amaricante, che propongono sottolio o in confettura.

CAPITELLI

Non potevo non citarli, perché il loro prosciutto cotto San Giovanni è il migliore che abbia mai assaggiato. Dalla provincia di Piacenza producono prosciutti cotti di alta qualità, selezionando suini dal territorio e seguendo metodi antichi di produzione. Al Taste hanno presentato il San Giovanni Fat Boy, un prosciutto di oltre 20 kg, oltre alle versioni classico, brasato e affumicato o al miele. Da assaggiare!

SALUMIFICIO SANTORO

Le Santorine

Dalla Valle d’Itria producono salumi di eccellenza tra cui il Capocollo di Martina Franca, Presidio Slow Food. I loro prodotti sono disponibili nei migliori negozi (da Eataly ad Harrods), e sul web non hanno certamente bisogno di presentazioni. In foto #lesantorine.
Per scoprire qualcosa di più su di loro, potete leggere il post sulla mia visita al Salumificio Santoro.

L’ETTARO

Azienda Agricola L'Ettaro

Una giovane azienda nel cuore delle Crete Senesi, che produce olio e soprattutto zafferano, proposto sia in stigmi che in conserve da accompagnare a formaggi e carni.
Da tenere d’occhio la loro pagina Facebook nei mesi di ottobre e novembre, perché sono in programma delle giornate aperte al pubblico durante la raccolta dello zafferano. Io me lo sono segnato!

This post is also available in: Inglese

Tags from the story
,
More from Daniela Barutta

Identità Golose 2017: che cosa ho imparato

Sabato 4 marzo ha avuto inizio la tredicesima edizione di Identità Golose,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *