I Banana Pancake di Bali

banana-pancake

Saranno le temperature quasi tropicali di questo periodo o tutta la gente che sul mio feed di Facebook e Instagram condivide immagini in vacanza, ma penso di frequente a Bali in questi giorni.

Ho trascorso due settimane nell’Isola degli Dei lo scorso gennaio anche se questa è la prima volta che ne parlo qui sul blog.
Bali è l’unica isola induista dell’Indonesia, lo stato musulmano più grande al mondo, e da molti anni è diventata una meta molto battuta dal turismo occidentale.
Le magnifiche onde della penisola di Bukit, a sud dell’isola, e la ricchezza naturale e culturale del nord nei dintorni di Ubud hanno reso questo luogo una di quelle destinazioni imperdibili, dove prima o poi nella vita ci devi andare.

Io Bali ci ho impiegato un po’ a capirla, e devo ammettere che non l’ho amata da subito. Caotica, sporca, sfruttata talmente dal turismo che a volte sembra aver perso un po’ la sua identità.
Mi sarebbe piaciuto esplorarla quando ancora erano solo pochi i turisti occidentali a metterci piede, quando Ubud non pullulava di boutique di tendenza e caffè alla moda (bellissimi però!) e per colazione ti davano quello che mangiano loro, per esempio un nasi goreng (riso saltato con verdure e salsa piccante).

bali-fruits

Io Bali però l’ho vista nel 2017 e quasi ogni giorno a colazione ho mangiato banana pancake. Un piatto che si sono adattati a preparare per noi turisti, e che ormai si trova facilmente anche nella più piccola homestay.
Spesso lo preparano sottile, più simile a una crêpe, ma il mio preferito è alto e soffice ma ricco di fettine di banana. Lo servivano sempre con una ciotolina di miele dalla consistenza molto fluida, simile allo sciroppo d’acero.

Il più buono del viaggio? L’ho mangiato nell’homestay di un signore gentile in una traversa della Monkey Forest Road, nel centro di Ubud. Ogni mattina aspettava che ci alzassimo e che ci sedessimo al tavolino che aveva apparecchiato fuori nella piccola veranda privata della nostra camera. Ci portava subito una ciotola abbondante a testa di frutta appena tagliata – banana, papaya, melone, mango – e una caraffa di caffè caldo. Nel frattempo si rinchiudeva nel cucinotto dietro l’angolo a spadellare ogni giorno qualcosa di diverso, sempre tutto buonissimo, ma il mio preferito fu il banana pancake.
Noi ogni giorno gli facevamo i complimenti e lui se ne andava tutto felice gongolando.
E quando ho preparato questi pancake ho gongolato un po’ anch’io.

banana-pancake

BANANA PANCAKE di BALI

Ingredienti per 4 pancake medio-grandi
100 g farina
½ cucchiaino di lievito
un pizzico di sale
130 ml di latte
1 uovo
½ cucchiaio di zucchero
olio di cocco, in alternativa un pezzetto di burro
bananito o banana normale
miele fluido o sciroppo d’acero

1. In una ciotola mischiare farina, lievito e pizzico di sale.
Frullare il tuorlo con il latte e amalgamarlo al mix di ingredienti secchi.
2. Montare a neve l’albume con mezzo cucchiaio di zucchero e incorporarlo delicatamente al composto.
3. Tagliare a fette per il lato lungo il bananito, altrimenti per il lato corto la banana normale.
4. Scaldare bene una padella antiaderente e mettere un cucchiaio di olio di cocco  (in alternativa un pezzettino di burro); posizionare qualche fettina di banana e coprire con la pastella fino a formare un cerchio.
5. Cuocere per circa un minuto per lato e continuare fino ad esaurimento degli ingredienti.
6. Servire con una ciotolina di miele molto fluido e dello sciroppo d’acero.

Enjoy!

Summary
Recipe Name
I banana pancake di Bali
Published On
Total Time
Average Rating
5 Based on 1 Review(s)

This post is also available in: Inglese

More from Daniela Barutta

Pappa al pomodoro di mare

La pappa al pomodoro è un piatto della cucina toscana, frutto di quella tradizione...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *