Lemon poundcake

Giovedì scorso, l’8 marzo, ho messo online il sito che porta il mio nome e mostra il mio lavoro come social media manager con tutti i servizi che offro alle attività del cibo e del vino.

In questi giorni ho provato gli stati d’animo più vari: felicità, gratitudine, euforia, timore, stanchezza e ancora gratitudine.
In tanti, tantissimi mi avete scritto mostrandomi il vostro incoraggiamento, abbracciandomi virtualmente e facendomi sentire di aver fatto un buon lavoro.

Aver pubblicato questo sito per me significa che mi sento una professionista a tutti gli effetti, e che non ho più il timore di dirlo.
Quando lavori in proprio non c’è nessuno che ti conferisce un ruolo o ti mette a capo di qualcosa. Se in un’azienda ti promuovono a Product manager, Brand communication manager o Responsabile delle risorse umane, cambi subito la tua descrizione su LinkedIn e alla prima cena con gli amici proponi un brindisi per festeggiare il tuo nuovo ruolo.

Quando lavori in proprio è diverso, sei tu stesso a definire il tuo ruolo e se le aspettative verso te stesso sono elevate, è facile non sentirsi mai all’altezza e finire con lo sminuirsi.
Se un dipendente festeggia nel momento in cui sale di grado (ma in realtà non sappiamo se sarà bravo nel nuovo ruolo), un freelance potrà farlo solo dopo aver dimostrato di essere davvero capace di svolgere quel lavoro e di portare a casa dei risultati.

Per ringraziare voi che avete dedicato qualche minuto del vostro tempo per visitare il mio sito, e ancor di più voi che vi siete già iscritti alla mia newsletter (evviva!), condivido la ricetta per una torta tipica inglese vista (e presa subito) dal sito del New York Times.
Si tratta di un poundcake, una torta dall’impasto compatto e leggermente umido. In questo caso è il limone a fare da protagonista: la torta viene aromatizzata con abbondante scorza di limone e dopo la cottura viene bagnata da uno sciroppo di succo di limone e zucchero a velo. Una meraviglia per tutti gli amanti di questo agrume.
Come vi dicevo la ricetta è tratta dal New York Times, e da me leggermente modificata.

lemon-poundcake

LEMON POUNDCAKE

per uno stampo da pane in cassetta, tipo questo di Ikea:

115 g burro, tolto dal frigo un’ora prima
220 g zucchero semolato
260 g farina
la scorza di 2 limoni bio di medie dimensioni
170 g panna acida
3 uova
½ cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di lievito
un pizzico di sale

per lo sciroppo:
70 g zucchero a velo
100 g succo di limone

1. Imburrare e infarinare uno stampo da pane in cassetta e preriscaldare il forno a 180°.
2. Con le fruste elettriche lavorare il burro morbido insieme allo zucchero per qualche minuto, fino a renderli una crema. Aggiungere la scorza di limone, le uova, uno per volta, amalgamando bene il composto e poi inserire la panna acida.
3. Setacciare la farina insieme al lievito e al bicarbonato e aggiungerli in tre tranche al composto insieme al pizzico di sale, e mescolare il minimo necessario. Versare l’impasto nello stampo, livellarlo e infornare a 180° per circa 50-60 minuti. Verificare la cottura inserendo un stuzzicadente, che dovrà uscire pulito.
4. Quando la torta è pronta, preparare lo sciroppo. In una ciotolina aggiungere gradualmente il succo di limone allo zucchero a velo e spennellare 1/3 dello sciroppo sopra la torta mentre è ancora nello stampo.
5. Appena la torta si è intiepidita, estrarla dallo stampo e spennellarla nuovamente con lo sciroppo, questa volta da tutte le parti: sopra, sotto e di lato. Farla riposare 10 minuti e poi spennellarla ancora, fino a terminare lo sciroppo.

Enjoy!

Summary
Recipe Name
Lemon poundcake
Published On
Average Rating
5 Based on 1 Review(s)

This post is also available in: Inglese

More from Daniela Barutta

Assaggio d’Abruzzo

Un pò a malincuore lasciamo le Marche e a San Benedetto imbocchiamo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *